Osteopata Professore Grimaldi

Studio di Osteopatia
Prof. Carmelo Grimaldi D.O.
Tessera ROI n°1387
e
Marco Grimaldi D.O.
Chinesiologia e Naturopatia

  • osteopatia
  • chinesiologo
  • osteopata

Il trattamento osteopatico favorisce il naturale riequilibrio del corpo senza effetti indesiderati.

I campi di applicazione

trattamenti

L'osteopatia, con il solo utilizzo delle manipolazioni, agisce sulle cause di un disturbo all'origine per promuovere le capacità di recupero e autoguarigione dell'organismo ottimizzandone i processi fisiologici e fisici.

 

Essa non si occupa solo dei sintomi e non usa farmaci.

 

Pertanto, il suo campo di applicazione è molto ampio e infatti le indicazioni per un trattamento osteopatico sono molteplici e indicate per tutte le fasce di età.


L'approccio è esclusivamente manuale e ha lo scopo di ripristinare i corretti rapporti articolari-scheletrici e di migliorare la circolazione sanguigna.

L'osteopatia è particolarmente indicata per dolori e disfunzioni che riguardano:

• la colonna vertebrale (dolori cervicali, dorsali, lombari, sacro-coccigei);
• gli arti (tendiniti, borsiti, distorsioni, blocchi articolari);
• il cranio (terapie per emicranie, mal di testa, nevralgie, sinusiti, otiti, problemi ortodontici che riguardano l'articolazione temporo-mandibolare, affezioni craniche dei bambini legate al parto, ecc.);
• i visceri (gastrite, colite, stipsi, diarrea, disturbi della mobilità epatica, emorroidi, cistiti, ecc.).

Fatta eccezione per le urgenze mediche e i casi gravi per i quali è necessario un intervento di tipo farmacologico o chirurgico, l'osteopata è in grado di ristabilire lo stato di salute evitando effetti collaterali indesiderati.

 

Il trattamento osteopatico

chinesiologo

La visita specialistica osteopatica effettuata dal Prof. Carmelo Grimaldi parte da un'accurata valutazione funzionale e strutturale del cliente (fisionomia, costituzione corporale, stato psico-emotivo, capacità di recupero, postura, ampiezza dei movimenti attivi e passivi, motilità viscerale, fasciale e ritmo cranio-sacrale) anche attraverso test manuali molto precisi che permettono di evidenziare le disfunzioni meccaniche e le restrizioni di mobilità.

 

L'osteopata si applica in seguito per restituire, sempre manualmente, la mobilità ridotta o persa senza mai trattare solo un sintomo, ma prendendo in considerazione la globalità della situazione del cliente.

Viene quindi formulato un piano di trattamento variabile a seconda dei casi che prevede un minimo di quattro sedute a distanza di una, due o tre settimane.


In seguito il cliente può effettuare periodicamente cicli di due o tre sedute a scopo preventivo o per il mantenimento dei risultati acquisiti, o anche continuare con una seduta al mese fino alla completa stabilizzazione.

La durata di una seduta varia da un minimo di trenta minuti a un massimo di un'ora.

 

Share by: